Battesimo laico

16 novembre 2012

Il Battesimo laico: la Cerimonia di Benvenuto e di Presentazione dei Bambini:

Cerimonia di Benvenuto

Quando nasce una nuova vita, celebrarla insieme alle persone più care è la cosa più bella del mondo! Ma come fare se non si è credenti o se preferiamo dare alla nostra bambina o al nostro bambino l’opportunità di scegliere da solo se avere un battesimo religioso quando potrà decidere autonomamente?

La Torta per il Benvenuto di Sofia e NeriQuando è nata Sofia, la nostra bambina, abbiamo preparato una bellissima Cerimonia di Presentazione ed anche Neri, il fratellino, ha avuto un ruolo importante: è diventato fratello “maggiore” ed ha partecipato con noi attivamente alla Cerimonia. E’ stato un momento di grande emozione, non solo per noi genitori ma anche per tutti i nostri invitati.

In realtà l’approccio laico al battesimo non è affatto “nuovo”, anzi: elaborando le proprie concezioni del battesimo, i primi cristiani non hanno fatto altro che imitare i riti iniziatici esistenti in tutte le società, con il risultato di allontanare l’antico battesimo romano dal suo significato originale: quello di celebrare ufficialmente l’ingresso di un nuovo essere umano nella comunità dei cittadini.

Reintrodurre il battesimo civile, non significa voler imitare i riti cristiani esistenti, ma ritrovare la bellezza originale di un rituale molto antico e dedicare una Cerimonia alla Presentazione dei nuovi nati diventa così un momento di grande emozione, non solo per i genitori ma anche per tutti i parenti e gli invitati: significa introdurre ufficialmente la nostra bambina o il nostro bambino nella comunità.

Il Battesimo civile e laico, o Presentazione dei Bambini, è una possibilità in più, che si pone a fianco del battesimo religioso, a favore di tutti quei cittadini che non si riconoscono in una religione costituita. Ricordiamo che in Europa il battesimo civile è celebrato in diversi Paesi: in Francia fu istituito all’epoca della Rivoluzione, per festeggiare l’ingresso dei neonati nella comunità repubblicana; nei paesi anglosassoni le “naming ceremonies” non religiose sono di solito organizzate da associazioni umaniste; in Spagna questa cerimonia è stata istituita di recente, in concomitanza con l’elezione di Zapatero.

Come viene organizzato il Battesimo Laico

Avendo un forte valore emozionale, anche se non uno statuto legale in Italia, è possibile essere molto liberi nell’organizzare la Cerimonia di Presentazione dei Bambini, dunque la Celebrazione varia a seconda delle preferenze dei genitori: solitamente c’è un primo momento di accoglienza e di benvenuto, segue una presentazione della bambina o del bambino, eventualmente la presentazione della Madrina e del Padrino e del perché della loro scelta. Poi c’è la fase centrale in cui i genitori augurano la felicità alla nuova arrivata o al nuovo arrivato con eventuali momenti simbolici, le letture degli ospiti o della Madrina e del Padrino e infine la conclusione della Cerimonia.

E’ possibile coinvolgere nella Presentazione di un nuovo nato anche la sorellina o il fratellino maggiore: in effetti la nascita di un nuovo bambino in una famiglia tende inevitabilmente a cambiare gli equilibri esistenti e investire “ufficialmente” il primo bambino del nuovo ruolo di “fratello/sorella maggiore” può contribuire a farlo sentire maggiormente responsabile nei confronti del piccolo, fargli sentire che i genitori hanno per lui una considerazione diversa, fargli sentire la sua nuova importanza nella famiglia.

Cerimonia di Presentazione

Cerimonia di Presentazione di Sofia e Neri

Naming and Welcome Ceremonies

When a new life blooms, celebrate it together with our loved ones is the greatest thing in the world! But what you can do if you aren’t believers or if you prefer to give to your children the opportunity to choose for themself whether to have a religious baptism when they will decide for itself?

When Sofia was born, our daughter, we have prepared a beautiful Welcome Ceremony and Neri, her brother, has played an important role: owr first son has become “the eldest” and he has actively participated with us at the Ceremony.

It was a moment of great emotion, not only for us as parents but also for all our guests and so we decided to offer to all parents a new humanist approach to baptism.

How does the Naming Ceremony and Welcome to Children?

The parents introduce the new born to the community, nominate the godmother and godfather, remember the whole story of the family who gave birth to newborns, and finally a symbolic ritual allow to wish to our children all the happiness that life can give them.

Cerimonia di Presentazione - Neri

Neri diventa "fratello maggiore"

I commenti sono chiusi.